Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
1 di 4
Reggio Di Calabria (Reggio Calabria) - 29 Gennaio 2018

Svincolo aeroportuale Malderiti (RC), una rampa micidiale

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-

di vincenzo

Svincolo Malderiti. Chiudete immediatamente quella micidiale rampa “di cantiere” che si immette sulla Ss 106 direzione Taranto. Stante il notevole decorso temporale non si è ancora provveduto a mettere in sicurezza lo svincolo di Malderiti, raccordo aeroportuale. Facendo seguito alla richiesta del 14 dicembre 2017, con la quale risegnalavamo i punti di criticità e si sollecitava la conferenza di servizi che l’ANAS dal 2013 aveva già sollecitato per l’apposizione del nuovo svincolo espropriativo e l’approvazione del progetto definitivo indicato, ma che non ha avuto risposta della chiusura del procedimento di verifica urbanistica pur avviato dal Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche Sicilia e Calabria di Catanzaro, rileviamo che mentre sulla strada statale si continua a morire, dopo cinque anni dobbiamo ancora aspettare, salvo prova contraria, che si faccia la conferenza di servizi, quando la storia parte dal 2007 svincolo Malderiti, dieci anni. Conferenza di servizi a parte, è inconfutabile la pericolosità della rampa di uscita del raccordo Aeroportuale e pertanto la stessa non doveva essere aperta al pubblico transito e non possiamo più concepire che siano proprio gli interventi di alcune Istituzioni a determinare il pericolo in capo alla collettività. Pertanto visto che il suddetto svincolo mantiene un alto indice di pericolosità, si chiede la immediata chiusura della micidiale rampa di cantiere che pericolosamente si immette sulla Ss 106 direzione Taranto. Alla Procura della Repubblica si chiede l’accertamento delle responsabilità dei soggetti che hanno determinato e tollerato questo reale, concreto e grave pericolo in capo agli utenti del suddetto svincolo. Vincenzo CREA Referente unico dell’A.N.CA.DI.C e Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”