Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
1 di 2
Spoleto (Perugia, Umbria) - 21 Luglio 2017

Stefano Polinori, pasticciere del buffet "Spoleto Arte 2017"

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-

di uffstampami

1. Come nasce la passione per questo lavoro? La mia passione per il mondo della pasticceria mi è stata tramandata dalla mia famiglia, in particolare da mio padre Giuseppe, che era un pasticciere. Ha trasmesso a me e a mio fratello tutto ciò che conosceva di questo bellissimo lavoro e devo a lui l’entusiasmo che ancora oggi mi spinge a continuare in tale settore. 2. Da quanti anni è presente l’attività della pasticceria? La pasticceria è stata aperta nei primi anni ’60 e ad oggi sono quindi circa 60 anni di attività. È davvero molto tempo che svolgo questo lavoro e devo dire che, nonostante sia passato così tanto, l’amore che provo per ciò che faccio non è mai cambiato! Il primo fondatore del bar era il signor Vincenzo, di cui abbiamo mantenuto il nome, e poi mio padre ha preso in mano l’attività. Successivamente siamo subentrati noi figli, continuando così la tradizione familiare. 3. Quanti punti vendita avete? Ne abbiamo due, quello storico che si trova vicino alla stazione di Spoleto, in via Cerquiglia, e uno nuovo appena aperto in via Eggi 26, in località Fabbreria. 4. Quali sono le vostra specialità? Dal punto di vista artigianale produciamo molte prelibatezze tra cui panettoni, pandori e la pizza pasquale, che è il dolce tipico della zona. Una piccola curiosità: la buonissima millefoglie è la torta che viene acquistata di più dai nostri clienti! 5. Quante sono le persone che lavorano con voi? In tutto siamo in 4 soci e se consideriamo sia il laboratorio che i punti vendita, complessivamente si possono contare 20 dipendenti. Possiamo dire di essere davvero un bel team! 6. Ha mai preso premi o riconoscimenti? Non ho mai partecipato ad alcun tipo di concorso e di conseguenza non abbiamo mai vinto premi. Siamo una piccola realtà locale artigianale e cerchiamo di portare avanti le ricette storiche di questa zona, conservando così l’antica tradizione dolciaria umbra. 7. Come conosce il dott. Salvo Nugnes? Aveva bisogno di una pasticceria che lo aiutasse per il buffet dell’inaugurazione della mostra internazionale di “Spoleto Arte”. Ci siamo conosciuti proprio per questo motivo, ha sicuramente trovato in noi dei partner responsabili e affidabili e la collaborazione va avanti da circa 5-6 anni. 8. Il Prof. Vittorio Sgarbi ha molto apprezzato e si è complimentato per il vostro buffet. Cosa ne pensate? Siamo davvero molto felici e soddisfatti del nostro lavoro. Di solito riceviamo sempre i complimenti per l’organizzazione, il servizio, la gentilezza e la preparazione del personale, e questo ci sprona sempre di più a continuare nella nostra attività. Non capita comunque tutti i giorni di ricevere degli apprezzamenti da parte di un personaggio così importante come Vittorio Sgarbi e per questo lo ringraziamo di cuore.